• Tiziana Bellini

⛵ BARCA O VELIERO DI SAN PIETRO


Conosciuta anche come ⛵ “𝒗𝒆𝒍𝒊𝒆𝒓𝒐 𝒅𝒊 𝑺𝒂𝒏 𝑷𝒊𝒆𝒕𝒓𝒐”, va preparata la sera del 28 giugno e lasciata tutta la notte all’aperto.

Come la notte tra il 24 e il 25 giugno, San Giovanni, essendo battista ha avuto a che fare con 💧 l’acqua e con i 💐 mazzi di fiori, così San Pietro, da 🎣 pescatore avrà a che fare con la barca.

È un’antica tradizione del centro-Nord Italia 🇮🇹 e vuole che la sera del 28 giugno si prepari un contenitore di vetro trasparente, con dentro dell’acqua, in cui far scivolare lentamente un albume 🥚 d’uovo.


Durante la notte San Pietro passerà su ognuno di questi contenitori e 🌬⛵ soffierà sul veliero, dispiegando le vele o facendole richiudere, lasciando a noi l’interpretazione di questo segno.

Se la barca è ben definita, come quella nella prima foto, dove si identificano poppa, prua e alberi, si prevedono buoni 💸 flussi finanziari e 👰🏻🤵🏻 matrimoni.

Per quanto riguarda le vele, se rimangono chiuse è in arrivo un periodo di maltempo, in caso invece si allarghino aspettiamoci tempo secco.

Ad oggi queste tradizioni sembrano sorpassate, ma per la cultura contadina era importante prevedere il meteo dei mesi in arrivo, inoltre la data del 29 giugno corrisponde ad uno dei nodi del freddo, come in alcuni giorni di marzo, aprile e maggio.


29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti