• Tiziana Bellini

Gubana

Aggiornamento: 7 apr



Istruzioni per l'uso:

con queste dosi faccio 2 gubane, uno stampo da 22cm e uno stampo da 25 cm.

Volendo, si può fare una gubana unica, più grandina.

Oppure si può usare metà impasto per fare gli strucchi e metà per fare la gubana.

Nella stesura del ripieno si può spalmare in uno strato regolare, oppure farne un cordone grosso centrale.

Prova e vedi come ti piace di più!

La regola vorrebbe che la gubana venga servita tiepida, bagnata con gocce di Slivovitz, un liquore alle prugne.

Buon lavoro e soprattutto BUON APPETITO!!!


INGREDIENTI IMPASTO


90 gr. di zucchero

500 gr. farina 00

scorza di limone

1 cucchiaino raso di sale

75 gr. di burro

3 uova medie

125 gr. di latte

15 gr di grappa

1 bustina di vanillina

1 bustina di lievito di birra granulare


INGREDIENTI RIPIENO

250 gr. di gherigli di noci

100 gr. di pinoli

140 gr. di uvetta sultanina

70/80 gr. di pangrattato

50 gr. di burro

20 gr. di grappa bianca

20 gr. di rum

2 uova medie

1 cucchiaio di miele

scorza di limone

scorza di arancia

110 gr. di marsala

1 bustina di vanillina

(a piacere 120 gr di amaretti e 2 cucchiaini di cacao)


INGREDIENTI PER COPERTURA


1 uovo

40 gr di zucchero (io preferisco quello di canna)


PROCEDIMENTO


Versare in una ciotola, o in una planetaria, lievito, farina, vanillina e zucchero. Mescolare e aggiungere il latte tiepido versandolo a filo e mescolando; battere le uova in un piatto e aggiungere poco alla volta, sempre mescolando aspettando che l'uovo versato precedente si sia amalgamato. Unire scorza di limone, continuando a mescolare con il gancio o con le mani. Lasciar lievitare mezz'oretta. Aggiungere il sale, impastarlo o continuando a mescolare con il gancio. Quando il sale sarà sciolto, aggiungere la grappa ed infine il burro a piccoli pezzi, poco per volta e impastare fino ad amalgamarlo completamente.

Allungare la pasta in questa fase fa si che il glutine si allunghi e si attivi per permettergli di lavorare durante il riposo.

Lasciar lievitare 2 o 3 ore. Se dopo 1 ora l'impasto non ha cominciato a lievitare, basta impastarlo per dare movimento al glutine.

Nel frattempo prepariamo il ripieno.

Sciacquare l'uvetta e metterla a rinvenire in una ciotola con il marsala, 20 minuti o anche più. Con il marsala intiepidito si ammolla meglio.

Frullare finemente le noci e metterle in una ciotola capiente, dove, via via aggiungeremo il resto.

Sciogliere il burro in una padella, quando sarà sciolto versare il pangrattato e tostare 5 minuti continuando a saltare o mescolare affinché non annerisca. Quando si sarà raffreddato aggiungerlo alle noci.

Tritare grossolanamente i pinoli e aggiungerli al ripieno.

Scolare l'uvetta e tritarla grossolanamente (io ne faccio metà tritata e metà intera)

Versare quindi grappa, rum, miele, scorza di limone e di arancia grattugiate, vanillina e anche il marsala in cui abbiamo ammollato l'uvetta.

Eventualmente gli amaretti sbriciolati ed il cacao.

Alla fine unire i tuorli e mescolare bene.

Montare i bianchi a neve ed unirli delicatamente al ripieno.


A fine lievitatura stendere la pasta a circa mezzo centimetro, stendere il ripieno lasciando un bordo di 2 cm.


Spennellare i bordi con uovo sbattuto e arrotolare, massaggiando verso l'esterno e sigillando bene i bordi.


Arrotolare a mo' di chiocciola e adagiare nello stampo.

Lasciar lievitare a forno spento per 1 ora, o anche 2, fino a che raddoppia.


Togliere dal forno, spennellare con uovo sbattuto e spargere lo zucchero di canna.


Accendere il forno e infornare solo quando avrà raggiunto i 145°.

Dopo 20 minuti di cottura, sfornare per dare un'altra pennellata di uovo e zucchero e rinfornare.

La cottura sarà a 145° per un totale di 40/45 minuti.


Abbinare un buon Ramandolo DOCG secondo me sarebbe cosa buona e giusta!!


Buon appetito!



536 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti