• Tiziana Bellini

STRUCCHI LESSI o CJARSòNS DOLCI

Aggiornamento: 5 lug




Gli strucchi lessi sono una tipica ricetta friulana delle Valli del Natisone


INGREDIENTI


PASTA


200 gr di patate

250 gr di farina 00 (orientativo)

Un pizzico di sale grosso


RIPIENO E CONDIMENTO


200 g di noci sgusciate

La buccia grattugiata di 1 limone

40 g di zucchero semolato

50 ml di vino bianco secco (mezzo bicchierino)

70 g di uvetta

100 g di burro

50 g di pangrattato

1 cucchiaino di cannella in polvere

zucchero a velo q.b.

(in base al gusto personale si possono aggiungere dei pinoli tostati assieme al pangrattato e 2/3 amaretti sbriciolati)


PROCEDIMENTO

Lava le patate con la buccia e falle lessare in acqua salata, ci vorranno 30/40 minuti a seconda della misura delle patate. Fai la classica prova della forchetta, quando i rebbi entrano facilmente nella polpa, scola le patate, pelale ancora calde per facilitare l’operazione e schiacciale con lo schiacciapatate direttamente sulla spianatoia. Aggiungi una manciata di farina ed impasta con le mani, continua ad impastare aggiungendo poca farina per volta fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo, compatto, abbastanza morbido da poter stendere con il mattarello, ma non appiccicoso.

Il quantitativo di farina sarà dipendente dal tipo di patate utilizzate e da quanta acqua mantengono in cottura.


Lascia riposare la pasta coperta da pellicola adesiva e dedichiamoci al ripieno.


Metti l’uvetta ad ammollare in acqua tiepida.

Trita finemente le noci e versale in una ciotola capiente, unisci la buccia di limone grattugiata, lo zucchero e il vino.

In una padellina rosola il pangrattato con metà del burro fino a che il burro comincia a schiumare e il pane diventa dorato (eventualmente con i pinoli).

Aggiungi anche questo al ripieno, assieme all’uvetta sgocciolata.

Mescola il ripieno nella ciotola in modo da ottenere un composto omogeneo.



Stendi la pasta con il mattarello fino a raggiungere lo spessore di 2/3 mm., tagliala a dischetti di 6 o 7 cm, disponi un cucchiaino di ripieno su ogni disco e bagna leggermente il bordo con un pennellino intinto in poca acqua.


Chiudi gli strucchi premendo con le dita e falli lessare, pochi per volta, in acqua bollente salata per una decina di minuti. Per evitare che gli strucchi si aprano durante la cottura, fai in modo che non rimanga aria tra il ripieno e la pasta e mantieni l’acqua ad un bollore dolce.


Condisci con burro caldo e una spolverata di zucchero a velo mescolato con la cannella.


Servili caldi assieme ad un Picolit freddo.


Buon appetito!

#ricettetipichefriulane#ilfogolar


Trovi questa e altre ricette sul libro "Messede che si tache" - Le ricette del territorio


Puoi ordinare la tua copia qui

Per la personalizzazione del tuo libro scrivi una mail a tiziana@ilfogolar.com indicando il nome del destinatario della dedica o un suggerimento per il testo.







625 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti